3 – ADOZIONI A DISTANZA

“Adozioni a distanza”
– Come sono nate –
– a cosa servono –

“L’adozione a distanza” consiste in un contributo economico stabile continuativo a un bambino o bambina a distanza in un paese in via di sviluppo. Noi ci dedichiamo ai bambini poveri della Costa d’Avorio ed in particolare quelli che vivono intorno alla città di San Pedro.

Padre Secondo Cantino, che ci ha lasciati nel 1998, è stato l’ideatore di questo tipo di sostegno, nel febbraio 1989 così scriveva: “Chi vuol farsi carico della sopravvivenza di un bimbo, può fare una “adozione a distanza” inviando 100.000 lire al mese (in seguito € 50,00). Per ulteriori informazioni, telefonate a Monica e Francesco”.

Ormai sono trascorsi tanti anni da quando siamo andati a trovarlo nella baraccopoli di San Pedro (1987), e da allora abbiamo cercato di fare del nostro meglio per portare avanti questo suo progetto. L’idea di padre Secondo (e ovviamente anche nostra) è che le “adozioni a distanza” hanno lo scopo principale di offrire istruzione ai bambini. Solo con l’istruzione si possono gettare le fondamenta del progresso umano.
Tutti i nostri bambini “adottati a distanza”, appena raggiunta l’età, sono mandati a scuola; in tutti questi anni, molti sono diventati adulti e con un po’ di istruzione si sono inseriti meglio nel mondo del lavoro. Purtroppo si perdono quasi sempre le tracce, poiché la gente si sposta sovente alla ricerca di condizioni migliori.
Anche se raramente abbiamo riscontri, siamo certi che produrranno a loro volta, i semi del progresso e dello sviluppo.
Ci auguriamo, che anche essi in futuro diventino benefattori e che aiutino altri bambini bisognosi.
Questo è quanto vogliamo dire a tutti i “genitori adottivi a distanza”, che in questi anni, silenziosamente, mese dopo mese hanno dato il loro contributo.

Monica e Francesco

 

➡ DOVE VIVONO I NOSTRI PICCOLI “ADOTTATI A DISTANZA”

➡ FOTO DI ALCUNI BIMBI ADOTTATI A DISTANZA

➡ MODALITA’ PER “L’ADOZIONE A DISTANZA”

NUOVO DIRETTIVO DUMA ONLUS DAL DICEMBRE 2017